Letture da comodino (o da Circumvesuviana)

Una lettura interessante e facilmente accessibile che consiglio è Micromotivazioni della vita quotidiana del premio Nobel per l’economia Thomas C. Schelling, edito da bompiani, 2008. Ottimo da leggere nei momenti liberi di relax o magari, come faccio io, durante i tragitti della Circumvesuviana.

Fin dalle prime pagine si legge come comportamenti ‘razionali’ per l’individuo che cerca di ottenere il meglio per sé possano portare a delle situazioni svantaggiose per la collettività. Il primo esempio che colpisce è quello del materasso in mezzo alla strada. Immaginiamo una situazione in cui un individuo si trovi bloccato in una fila di macchine, causata dalla presenza di un materasso finito in mezzo alla strada chissà come. L’individuo starebbe sicuramente meglio se qualcuno togliesse quel materasso. Però una volta superato l’ostacolo lui stesso, questi non avrebbe alcun incentivo a fermarsi e a toglierlo di mezzo.

Quante situazioni della vita quotidiana ci appaiono così?

Vi auguro una buona lettura.

PC

Annunci

3 thoughts on “Letture da comodino (o da Circumvesuviana)

  1. Carla ha detto:

    grazie per la segnalazione! seguirò il suo consiglio…nei miei tragitti in pullman!

  2. gianmaria mazzaracchio ha detto:

    forse la mia è un’osservazione banale. la società è un organismo vivente: le sue braccia, le sue gambe, i suoi occhi siamo noi, ognuno di noi. ciascuno però con un compito suo e non di altri. non si cammina con le braccia e non si osserva alcunché con le gambe… la società rimuoverà il materasso con le sue “braccia”, nel frattempo le gambe cammineranno e gli occhi osserveranno. a ciascuno il suo da fare. se il professor Commendatore scendesse dalla macchina e cominciasse a tirare il materasso prima da un lato e poi dall’altro, forse non risolverebbe il problema e farebbe tardi a lezione.

    ho sentito parlare della teoria dei giochi e mi piacerebbe conoscere un po’ da vicino quest’argomento. può suggerirmi una lettura non troppo complicata e neppure eccessivamente elementare? diciamo, una lettura “da pullman”!

    grazie, professore.

  3. pcommendatore ha detto:

    La teoria dei giochi è una branca della matematica applicata utilizzata per risolvere problemi di scelta quando è ammessa l’interazione strategica tra gli attori che devono operare quella scelta. La teoria dei giochi è stata ideata dal matematico di origini ungheresi e naturalizzato americano John Von Neumann e sistematizzata per la prima volta nel suo libro del 1944 “Theory of Games and Economic Behavior”, scritto insieme a Oskar Morgestern. Il più famoso teorico dei giochi del dopoguerra è un suo ‘quasi’ allievo John Forbes Nash jr. divenuto noto al grande pubblico grazie al film, ispirato in maniera molto romanzata alla sua vita, dal titolo ‘A Beautiful Mind’ interpretato da Russel Crowe.

    Molto c’è da dire su questo approccio e sul suo utilizzo in economia. Magari avremo occasione di parlarne in altri post.

    Per quanto riguarda possibili letture ‘da viaggio’ oltre al libro di Schelling potrei consigliarLe quello di Robert Aumann (insignito del premio Nobel nel 2005 insieme a Schelling) dal titolo “I giochi dell’economia e l’economia dei giochi”, editore di Renzo.

    E’ un libro che probabilmente anch’io leggerò in un prossimo futuro sulla Circumvesuviana. Quindi, non mi resta che augurarLe

    Buona lettura

    PC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: